Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Ziano di Fiemme, denunciati due minorenni per danneggiamento

venerdì, 16 marzo 2018

Ziano di Fiemme – I Carabinieri della Stazione di Predazzo (Trento) hanno identificato e segnalato alla competente Autorità Giudiziaria due giovani di età minore degli anni 18, studenti di Istituto scolastico Superiore della Val di Fiemme, ai quali è stato contestato il danneggiamento aggravato di alcuni elementi luminescenti e dei relativi cavi di collegamento, avvenuto nella serata del 2 novembre 2017 presso la palestra comunale di Ziano di Fiemme (Trento).

In quella circostanza ad avvisare i Carabinieri di Predazzo fu lo stesso sindaco Fabio Vanzetta, il quale presentò ai militari formale atto di denuncia/querela contro ignoti per gli incresciosi danni arrecati alla citata struttura.

Le indagini dei militari della Stazione di Predazzo, subito indirizzate all’acquisizione delle immagini prodotte dai sistemi di videosorveglianza presenti nella zona, che avevano ripreso in parte il volto dei due giovani responsabili e le successive ricerche concentrate negli ambienti scolastici, hanno consentito di addivenire compiutamente all’identificazione dei responsabili del danneggiamento, un diciasettenne di Tesero (Trento) ed un sedicenne residente in Bolzano, entrambi studenti di un Istituto Scolastico Superiore.

Alla richiesta di spiegazioni circa il gesto compiuto i due giovani avrebbero riferito agli inquirenti di aver agito senza uno scopo particolare ma solo per “noia”. I danni arrecati alla struttura non sarebbero ingenti, ma saranno comunque risarciti dai due responsabili, nella speranza che il lavoro dei Carabinieri gli serva da lezione per le loro future azioni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136