QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Villanuova sul Clisi: minaccia col coltello e maltratta fidanzata. Lei finisce in ospedale, lui ai domiciliari per 45 giorni

mercoledì, 10 giugno 2015

Villanuova sul Clisi – I militari del NOR di Salo’ (Brescia)  hanno arrestato in flagranza per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e minacce un uomo classe 1982, residente a Villanuova sul Clisi (Brescia) disoccupato, incensurato, tossicodipendente. In particolare alle 5,30 ai carabinieri è giunta una telefonata che segnalava una furiosa lite con delle grida disperate di una donna. Quando i militari sono arrivati sul posto si sono trovati di fronte a uno scenario descritto “come un campo di battaglia” con tanto di sangue e danni ovunque.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che i due fidanzati avevano iniziato a litigare, poi la situazione era degenerata in una violenta colluttazione sfociata in ferite multiple anche da taglio, procurate alla donna dal proprio fidanzato, con un bastone in legno e con un coltello da cucina che i carabinieri hanno successivamente trovato all’interno dell’abitazione. Gli accertamenti esperiti consentivano di stcarabinieri - maltrattamenti Salòabilire che la donna già da almeno un anno, reiteratamente, veniva minacciata e picchiata dal convivente per futili motivi, legati ad una difficile convivenza nonchè all’abuso di sostanze stupefacenti. La giovane veniva soccorsa dai sanitari del 118 e trattenuta in osservazione presso l’ Ospedale Civile di Gavardo per “abrasioni, ecchimosi e contusioni varie agli arti superiori, inferiori ed al capo, da riferita aggressione” giudicata guaribile in giorni 25 (venticinque) s.c.

L’arrestato è stato condotto in regime di arresti domiciliare presso la propria abitazione. Nel corso del rito direttissimo l’arresto è stato convalidato ed al giovane applicata la misura del divieto di avvicinamento alla fidanzata nonché divieto di comunicare con ogni mezzo con la stessa e la misura dei domiciliari per 45 giorni.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136