QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Vermiglio-Ozolo Maddalene sospesa per linguaggio blasfemo. Presto la stangata della Lega dilettanti

lunedì, 2 dicembre 2013

Malé – Una sfida di calcio interrotta per violazione al codice etico del calcio. Tradotto: parolacce e bestemmie.  Quanto successo ieri in Val di Sole è destinato a entrare nella storia dell calcio negativamente, come è stato ribadito dalla Federazione Calcio Trentina. La partita è stata sospesa per parolacce e bestemmie. Sul referto dell’arbitro c’è scritto: “Partita sospesa per linguaggio blasfemo”.

Adesso dovranno essere chiariti alcuni aspetti e sarà la Lega e Federazione a cercare di far luce su quanto accaduto a OzoloMalè ieri nella gara tra Vermiglio e Ozolo Maddalene (nella foto), sul risultato di 0-1, che potrebbe essere tramutato in 3 -0 a tavolino. La formazione dell’Ozolo, squadra nata nel 2012 dalla fusione tra Monte Ozolo e Maddalene ha visto l’espulsione di ben 5 giocatori per  bestemmie. Un record negativo, almeno per il Trentino. La squadra nonesa ha subito cinque espulsioni , oltre al tecnico e direttore sportivo, per la medesima motivazione. Il referto dell’arbitro parla chiaro: al 9′ l’Ozolo Maddalene va in vantaggio con il gol di Nicola Martinelli. Dopo sei minuti viene allontanato il tecnico Daniele Fellin, quindi Mirko Rizzi, al 40′ Urmacher, direttore sportivo, al 50′ Filippo Zanotelli, al  58′ Cristian Soranzo, al 69′ Nicola Martinelli. Al 70 la sospensione della gara perché in campo ci sono solo 6 giocatori. Troppo pochi, gli altri sono finiti anzitempo negli spogliatoi. Tutti con la medesima motivazione. Ora si attende la decisione della Lega e Federazione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136