QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valtellina, spaccio di sostanze stupefacenti: due arresti

mercoledì, 3 febbraio 2016

Morbegno – Un’altra operazione antidroga è stata conclusa, nella giornata di ieri, dagli agenti della Polizia di Stato della Questura di Sondrio nell’ambito del potenziamento dei servizi volti al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.sequestri Squadra Mobile

Nel pomeriggio di ieri, lungo la Statale 38 dello Stelvio, nel territorio del comune di Morbegno, gli agenti della Polizia di Stato hanno proceduto al controllo di un un’autovettura, a bordo della quale viaggiavano due giovani, entrambi noti alle forze di polizia, in compagnia di una loro conoscente.

Nel corso del controllo, sulla persona di uno dei due giovani, è stata rinvenuta una modica quantità di “cocaina” per cui gli agenti operanti hanno proceduto ad un più approfondita ispezione dell’autovettura, rinvenendo, occultati all’interno della fodera del sedile posteriore – sul quale era accomodato un cane di grossa taglia – quattro panetti di “hashish” del peso complessivo di circa 350,00 grammi .

Inoltre, nelle abitazioni dei fermati, sono stati rinvenuti e sequestrati, oltre ad altra sostanza stupefacente, alcuni grammi di marjuana ed hashish, due bilancini di precisione solitamente utilizzati per il materiale per il confezionamento delle “dosi” di stupefacente.

All’esito dell’attività di indagine, pertanto, i due giovani, identificati in Stefano Bladelli, trentacinquenne di Teglio, e Cristian Margaroli, trentaquattrenne, residente a Tirano, sono stati tratti in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posti a disposizione della locale A.G. che ne ha subito disposto la detenzione domiciliare. Per la donna, una ventisettenne di Milano, è scattata la denuncia in stato di libertà per concorso nel medesimo reato.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136