QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Valle Camonica: intervento del Soccorso alpino al Lago della Vacca

domenica, 18 dicembre 2016

Breno – È scivolato durante un’escursione nella zona del Lago della Vacca, ha riportato un trauma a un piede e quindi non riusciva più a scendere: per riportarlo a valle sono intervenuti i tecnici della Stazione di Breno e di Media Valle del CNSAS Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). Due giovani di Monza ieri pomeriggio stavano scendendo da un canalone, provenienti dalla zona denominata Laione. A causa della presenza di neve ghiacciata sul terreno, nonostante fossero ben attrezzati con ramponi e piccozza, uno dei due, un ragazzo di 23 anni, è caduto e si è fratturato una caviglia.

soccorso-alpinoL’amico è sceso fino in Bazena per riuscire a dare l’allarme con il telefonino. La Centrale operativa del 112 ha inviato sul posto l’eliambulanza che, dopo un primo sorvolo negativo, ha trasportato in quota tre tecnici del Soccorso alpino. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco volontari di Breno. Dal centro operativo di Esine sono partite intanto le squadre territoriali, che hanno raggiunto il ferito a piedi. L’individuazione esatta dell’infortunato è avvenuta quando era già buio, grazie a segnalazioni luminose. Il giovane è stato portato prima al vicino rifugio Titta Secchi e poi, con la barella portantina, fino alla Corna Bianca. L’ambulanza lo ha infine preso in carico per il trasporto in ospedale.

In questi giorni di bel tempo con alte temperature di giorno ma con i valori che scendono di molto durante la notte si stanno verificando, su tutto l’arco alpino, diversi incidenti causati dallo scivolamento sul terreno, alcuni dei quali mortali. È fondamentale partire con ramponi, piccozza e una torcia nello zaino, accertarsi sulle informazioni meteorologiche e fare molta attenzione ai versanti meno esposti al sole, sui sentieri in ombra, lungo i quali sono presenti tratti ghiacciati. L’attenzione deve essere sempre alta, anche sugli itinerari più semplici e familiari. Informazioni anche sul sito www.sicurinmontagna.it, da cui è possibile scaricare l’opuscolo gratuito “Sicuri con la neve”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136