QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valle Camonica, due arresti dei carabinieri: un 28enne di Esine per spaccio e un 38enne per minacce a Darfo

giovedì, 13 ottobre 2016

Esine – I carabinieri di Esine (Brescia), nel corso di specifico servizio finalizzato alla repressione dello spaccio di stupefacenti, hanno arrestato in flagranza di reato S.V., 28enne, italiano, disoccupato, residente a Esine, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. Il giovane, durante la perquisizione personale locale, è stato trovato in possesso di 147 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish (di cui 50 grammi già confezionati in dosi pronte per la cessione) e di 41 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana nonché quattro bilancini di precisione e materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente. L’arresto è stato convalidato dalla competente autorità’ giudiziaria e il 28enne rimesso in libertà in attesa del processo.carabinieri-esine-01

ARRESTO PER MINACCE

carabinieri-esine-0

Invece a Darfo Boario Terme (Brescia), presso l’esercizio pubblico denominato “Bar autostazione”, i carabinieri della stazione di Breno, in collaborazione con militari del nucleo operativo e radiomobile della compagnia, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di “resistenza a pubblico ufficiale” B.I., 38enne, cittadino tunisino, disoccupato, residente a Costa Volpino (Bergamo), regolare sul territorio italiano, pregiudicato.

Il 38enne, in forte stato di ebbrezza, ha minacciato pesantemente i titolari e dipendenti del bar pretendendo di consumare gratuitamente bevande alcooliche e veniva dapprima bloccato da un carabiniere libero dal servizio che si trovava casualmente nel locale in qualità di avventore e successivamente dai colleghi della aliquota radiomobile prontamente giunti sul posto.

Nella circostanza, il soggetto ha aggredito violentemente gli operanti causando lesioni personali a due di loro ed ha opposta ripetutamente resistenza. L’arresto è stato convalidato dalla competente autorità giudiziaria e l’uomo è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in Costa Volpino (Bergamo) in attesa del processo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136