QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Valferro, traffico illecito di rifiuti pericolosi: operazione dei carabinieri del ROS nel Bresciano, sequestro e 17 indagati

martedì, 24 maggio 2016

Prevalle – I carabinieri del ROS stanno eseguendo, in provincia di Brescia, un provvedimento emesso dal Gip del locale tribunale che ha disposto il sequestro preventivo dell’impianto produttivo della società “Valferro s.r.l.”, la nomina di un amministratore giudiziario e la misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare gli uffici di persone giuridiche e imprese nei confronti del proprietario Sanca Gianfranco e del figlio Stefano, indagati, unitamente ad altre 15 persone, per associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti speciali pericolosi.CARABINIERI LARGE

L’intervento, richiesto dalla procura distrettuale antimafia di brescia, scaturisce da un’attività investigativa condotta dal ros, che ha documentato il meccanismo attraverso il quale la Valferro, attiva nel settore della raccolta di materiali ferrosi, smaltiva ingenti quantitativi di scorie contenenti PBC (policlorobifenili), occultandoli tra i carichi destinati al conferimento presso le acciaierie, con il conseguente abbattimento dei costi di smaltimento previsti per i rifiuti speciali pericolosi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136