QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad


Un arresto e sei denunciati dai carabinieri di Borgo Valsugana

sabato, 30 dicembre 2017

Borgo Valsugana – La Compagnia Carabinieri di Borgo Valsugana, impegnata in controlli straordinari del territorio, disposti dal Comando Provinciale di Trento, in occasione delle festività, ha arrestato un uomo in esecuzione di provvedimento dell’Autorità Giudiziaria e denunciato in stato di libertà otto persone, di cui 5 per furto in esercizi pubblici e 3 per guida in stato di ebbrezza.

carabinieri borgoL’arresto nasce da una scazzottata tra due romeni ubriachi con una donna fra i due. Se le sono date di santa ragione qualche sera fa nei pressi del centro di Borgo e le chiamate giunte al 112, di diversi cittadini impressionati dalla scena, ne sono una testimonianza. Gli equipaggi dei carabinieri che raggiungono il punto segnalato, si trovano davanti un uomo che perde copiosamente sangue dal naso ed il suo aggressore, in compagnia di una donna, nei pressi, intenti ad allontanarsi. Entrambi hanno sicuramente abusato con l’alcool, inconfondibili i sintomi. Vengono ascoltati entrambi e si rintracciano alcuni testimoni che raccontano elementi preziosi al proseguio delle indagini. Il controllo in banca dati, inizialmente non mostra alcun provvedimento a loro carico, ma il giorno seguente, nel ricevere la querela di lesioni sporta dal ferito, nell’interrogare nuovamente il sistema, emergeva provvedimento di cattura a carico dello stesso, per un tentato furto commesso a Roma, nel 2015, dovendo scontare la pena di circa 4 mesi in carcere. Ai carabinieri, una volta assunta la querela, notificavano a I.O. 28enne, il provvedimento di cattura e lo associavano alla Casa Circondariale di Trento, a disposizione dell’A.G..

Gli eventi di furto sono due, commessi presso esercizi pubblici di Pergine Valsugana e Baselga di Pinè. A finire nei guai sono due minori O.P.S. e L.G., italiani, che si sono resi responsabili del furto di sigarette da un distributore automatico e rintracciati grazie agli immediati accertamenti svolti dai carabinieri del Nucleo Radiomobile che, analizzando le immagini di videosorveglianza e raccogliendo alcune testimonianze, potevano identificarli rapidamente ed un altro minore, I.H., marocchino, sorpreso a rubare, dai carabinieri della Stazione di Baselga di Pinè, da un supermercato, generi alimentari. Tutti denunciati in stato di libertà, merce restituita agli aventi diritto e i minori, riaffidati ai propri genitori.

Tre le persone fermate alla guida dei loro autoveicoli per guida in stato di ebbrezza, nelle zone di Roncegno Terme, Borgo Valsugana ed Ospedaletto, nelle fasce orarie serali e notturne e, a contestare il reato, sempre i carabinieri del Nucleo Radiomobile. Il primo, un italiano, F.R. 33enne, sorpreso alla guida, con un tasso medio di alcool nel sangue di 0,98 G/L; il secondo, E.G., 54enne italiano che all’etilometro, faceva registrare un valore medio di 3,65 G/L ed infine L.O., 50enne, cittadina ucraina, risultata positiva con un tasso medio di 2,28 G/L.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136