QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Turbativa d’asta e corruzione: indagati dalla Finanza di Sondrio 13 tra costruttori e funzionari pubblici

mercoledì, 18 dicembre 2013

Sondrio – Tredici indagati per presunta turbativa d’asta, evasione fiscale e tentativo di corruzione. Nei guai una delle imprese di costruzioni più importati della Valtellina, costruttori, funzionari pubblici e manager. La Guardia di Finanza e il Corpo Forestale dello Stato di Sondrio, su delega della Procura del capoluogo della Valtellina, hanno eseguito, nelle province di Sondrio, Lecco, Milano, Como e Pavia, oltre 30 perquisizioni che interessano anche diversi cantieri edili, nell’ambito delle quali è stata posta sotto sequestro un’ingente e voluminosa documentazione. L’attività investigativa è riferita a reati di turbativa d’asta, corruzione, illeciti di natura fiscale e ambientale, e avrebbe scoperto l’esistenza di un’associazione a delinquere operante non solo nella provincia di Sondrio, 117ma estesa anche in quelle di Milano e di Lecco, interessata alla manipolazione e gestione del settore di appalti pubblici. Le attività illecite riguarderebbero non solo la predisposizione e la successiva aggiudicazione delle gare d’appalto, ma anche l’esecuzione dei lavori. Il comandando provinciale della Finanza di Sondrio ha specificato che al momento gli indagati a vario titolo sono 13, tra i quali cinque dipendenti pubblici e alcuni titolari, nonché dipendenti, di imprese private. Le attività di perquisizione e acquisizione di documentazione sono proseguite e dunque sulle indagini e i risultato delle stesse per ora, come ovvio, viene mantenuto il massimo riserbo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136