QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Truffa con sito e-commerce sugli animali, 33enne scoperto e denunciato dai carabinieri di Ledro

martedì, 7 aprile 2015

Riva del Garda – Intensificata l’attività dei  carabinieri della compagnia di Riva del Garda nei giorni a cavallo della Santa Pasqua . Sono stati predisposti servizi, non solo per i controlli su strada dove al cd. ”precursore” (alcoolblow) nessun automobilista è risultato positivo.truffa Enel

I carabinieri di Ledro hanno denunciato un 30enne, residente a Cesena, per truffa. I militari hanno scoperto che l’uomo – sfruttando il periodo delle festività pasquali – pubblicava false inserzioni sul sito e-commerce “Animale Amico” per la vendita di cuccioli di cani di razza e non, incassando direttamente sul proprio conto corrente le somme pattuite. Un giovane ventenne ledrense, vittima della truffa, ha fatto scattare le indagini, dopo aver versato ben 950euro per l’acquisto di un cucciolo di Akita-Inu, di fatto mai giunto a destinazione. Il conto corrente del truffatore è stato posto sotto sequestro cautelativo dall’Arma di Ledro, per evitare che altri amanti degli animali, gabbati da false proposte di acquisto, potessero cadere nella trappola del malfattore.

Il Nucleo Operativo e Radiomobile ha denunciato R.P., 35 anni, originario della provincia leccese ma da tempo residente ad Arco (Trento) per detenzione a fini di spaccio di svariati grammi di hashish e per coltivazione di piante di marijuana. L’uomo, nel garage di casa, aveva predisposto tutto l’occorrente per far germogliare fruttuosamente cinque piante da poco interrate con un sistema di areazione e di fertilizzazione ingegnoso quanto ingombrante: si pensi che la struttura di legno (adattata a serra) occupava gran parte del vano garage. Tutto il manufatto veniva posto sotto sequestro, così come lo stupefacente.

Nel corso di altri controlli sono stati segnalati tre giovani per possesso di modiche quantità di stupefacenti e per loro inizierà ora il procedimento amministrativo previsto per tale violazione.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136