Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Trenzano, arrestato dai carabinieri latitante albanese. Deve scontare 8 anni di pena

lunedì, 11 febbraio 2019

Trenzano - I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Chiari hanno arrestato un 37enne albanese, residente a Trenzano (Brescia) con regolare permesso di soggiorno, poiché colpito da un mandato di arresto europeo, dovendo scontare 8 anni di carcere, a seguito di una condanna inflittagli nel 2015 dal Magistratura albanese, per traffico di droga.

112 carabinieri largeI carabinieri stavano investigando da tempo per addivenire alla sua cattura, in quanto sapevano che all’epoca si era reso irreperibile ed era ricercato in ambito internazionale dalla Polizia albanese.

I militari avuta notizia che lo stesso potesse trovarsi proprio a Trenzano per trascorrere alcuni giorni con i propri cari, domenica hanno pensato di tendergli una trappola. Si sono appostati nei pressi dell’abitazione per osservare eventuali movimenti sospetti ed al momento giusto hanno fatto irruzione nell’appartamento, sorprendendolo in compagnia dei familiari e di alcuni parenti.

Il ricercato, vistosi scoperto, si è dato a repentina fuga attraverso una scala mobile a pioli, preventivamente posizionata all’esterno del balcone della camera da letto, che gli avrebbe permesso di raggiungere i campi circostanti e far perdere le proprie tracce, ma non aveva fatto i conti con gli altri carabinieri che prima del blitz avevano cinturato l’edificio per chiudergli ogni possibile via di fuga, i quali lo hanno bloccato ed arrestato. L’arrestato, considerato dagli inquirenti elemento di elevata caratura criminale, è stato tradotto ed associato presso il carcere di Brescia.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136