QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trento: tunisino condannato a 2 anni e 2 mesi per violenza sessuale. Arrestato dalla Mobile

giovedì, 12 gennaio 2017

Trento – Condannato per violenza sessuale, finisce in carcere tunisino di 22 anni. Gli investigatori della Squadra Mobile, nell’ambito della ricerca dei latitanti sul territorio provinciale, che nell’ultimo mese ha portato all’arresto di nove persone, questa mattina hanno notificato a Moutia Hannachi, nato in Tunisia il 20.05.1994, ricercato da alcuni anni e che aveva trovato rifugio fuori dal territorio dello Stato, la misura della custodia cautelare in carcere per i reati di sequestro di persona, violenza sessuale lesione personale aggravata ed atti persecutori. Fatti commessi a Trento il 5 e 6 marzo 2014.

polizia-0

In particolare il giovane, all’epoca dei fatti già sottoposto alla misura di prevenzione dell’ammonimento del Questore, dopo aver incontrato l’ex compagna in centro a Trento la picchiava cagionandole numerose lesioni.

Nel contesto è stato, inoltre, arrestato in esecuzione all’ordine di carcerazione perché condannato ad una pena di 2 anni  e 2 mesi di reclusione e multa da 600 euro, in quanto ritenuto responsabile dei reati di rapina e porto abusivo di armi. Fatti commessi a luglio 2013, sempre nei confronti dell’ex compagna.

Il giovane si è costituito negli Uffici della Squadra Mobile ed è stato, dopo le formalità di rito, tradotto presso il locale carcere.
“Questo arresto – commenta il capo della Squadra Mobile, Salvatore Ascione –  pur essendo un importante risultato di polizia giudiziaria, rappresenta per la Polizia di Stato il punto di svolta per la tutela delle vittime di queste forme di violenza odiose e ignobili”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136