Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Trento, Operazione “79″: i carabinieri smantellano gang. 4 arresti

venerdì, 2 marzo 2018

Trento – Operazione “79″, smantellata la banda dedita a furti in depositi e magazzini. I militari del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trento hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di quattro persone, responsabili di un furto aggravato avvenuto il 7 dicembre 2017 ai danni della “Veterinaria Triedentina srl” di Trento.Arrestati - Trento

L’INDAGINE - I carabinieri del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo provinciale hanno individuato i componenti della banda, ben organizzata, che ha compiuto il furto aggravato alla ditta “Veterinaria Tridentina Srl”, a Trento nord e l’hanno smantellata assicurandola alla giustizia. Un lavoro meticoloso e scaltro che ha visto la conclusione nella giornata di ieri, con l’arresto dei quattro componenti la banda specializzata.

Fino a Napoli si sono spinti i militari dell’Arma di Trento per dare esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare spiccata dal Gip Claudia Miori su richiesta del sostituto procuratore Carmine Russo, responsabile dell’indagine. Nella città partenopea sono stati fermati quattro uomini: Pasquale Finizio, 51 anni, Ciro Termini, 48 anni, Francesco Genni, 42 anni, e Antonio Boccolino, 36 anni. Inoltre sono stati denunciati a piede libero due complici, B.F., 60 anni, e P.R., 53 anni.

Era di ben 303 mila euro il valore dei farmaci antiparassitari veterinari sottratti alla ditta, che allo stato non sono stati ritrovati dagli inquirenti. Ma gli investigatori hanno scoperto anche altre responsabilità in capo alla banda. Dopo il colpo a Trento infatti, i militari del Nucleo Investigativo hanno ricondotto ai 6 uomini anche il furto di un camion a Bussolengo (Verona) che era servito al colpo in città, oltre che al furto di pellami per un valore di 180 mila euro a Civitanova Marche (Macerata) ad inizio gennaio 2018 e al tentativo di furto presso un’altra grossa azienda di pellami a Montecosaro, sempre nelle Marche. Tutti e quattro gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di “Poggioreale” a disposizione dell’autorità giudiziaria.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136