QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento: nel centro storico controlli di prevenzione di spaccio e furti. I dati

sabato, 24 ottobre 2015

Trento – Controlli di prevenzione e contrasto dei reati predatori e spaccio dell’attività di interforze (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza).

Nell’ambito dei costanti controlli in ambito cittadino, nella serata di venerdì 23 ottobre è stato attuato un servizio straordinario di controllo del territorio coordinato fra le forze di polizia preCarabinieri e polizia 1 (1)senti in provincia: Questura, Comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri e Comando provinciale della Guardia di Finanza (comprese le specialità Polizia Stradale, Polizia Ferroviaria e reparti cinofili della GdF). I servizi hanno interessato la zona le piazze di S. Maria Maggiore, piazza Portela, piazza Dante, piazza Venezia, piazza Fiera e piazza Mostra, con le vie e zone limitrofe, con l’impiego contemporaneo di 11 pattuglie.

Tale iniziativa, che sarà ripetuta nel futuro e potrà interessare anche altre zone della città e Provincia ha portato ad identificare complessivamente oltre 100 persone, di cui un cittadino tunisino poi denunciato e piede libero per spaccio di sostanze stupefacenti, a cinque persone è stata contestata la sanzione amministrativa per il possesso di stupefacenti per uso personale; un cittadino marocchino rintracciato in via Torre Vanga è stato denunciato per porto illegale di arma da taglio, con contestuale sequestro di un coltello a serramanico lungo 30 centimetri un cittadino italiano è stato denunciato per violazione di domicilio e danneggiamenti aggravati, complessivamente sono stati sequestrati 25 grammi di sostanza stupefacente tra hashish ed eroina.

Nei precedenti giorni della settimana in corso, i servizi di controllo del territorio avevano permesso alle forze di polizia di identificare complessivamente circa 450 persone, di cui circa 150 extracomunitari. I servizi hanno consentito di trarre in arresto in flagranza di reato per rapina un cittadino tunisino, e di denunciare a piede libero 21 persone.
Quattro delle persone denunciate a piede libero (tra cui un minorenne extracomunitario) erano state colte in flagranza di spaccio di sostanze stupefacenti ex art. 73 dpr nr. 309/1990.

Le altre denunce sono state per i reati di minacce aggravate, ricettazione, uso di documento falso (cittadino indiano rintracciato in possesso di patente falsa); resistenza a pubblico ufficiale, furto aggravato, porto ingiustificato di armi, inottemperanza all’ordine di lasciare il territorio nazionale (art. 14 Testo Unico Immigrazione), inosservanza del divieto di ritorno nel Comune di Trento (art. 76 dlgs. 159/2011). L’attività ha altresì permesso di sequestrare 2 coltelli a serramanico e vari strumenti atti alla commissione di reati, nonché 10 grammi di eroina e 12 di hashish, 285 euro provento dell’attività di spaccio; 1 banconota falsa da 50 euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136