QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento, ladro d’auto arrestato dai carabinieri

giovedì, 15 giugno 2017

Trento – Carabinieri: rubò all’interno di un’auto, arrestato. Questa mattina i carabinieri della stazione del capoluogo della Compagnia di Trento coadiuvati da quelli di Mattarello, a seguito di specifica attività investigativa hanno tratto in arresto, 39enne, trentino, originario di Mezzolombardo ma residente a Trento, per furto aggravato su autovetture.

A seguito delle denunce sporte presso gli uffici di via Barbacovi, i carabinieri della Stazione, coadiuvati da quelli dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile, dopo aver effettuato un sopralluogo delle vie dove erano stati commessi i furti, hanno individuato alcune telecamere che avevano fotografato il momento dei fatti. Acquisite le immagini registrate dall’impianto di video sorveglianza sono riusciti ad individuare dei “frame” utili all’individuazione certa dell’autore dei furti persona già conosciuta alle Forze dell’Ordine per aver commesso analoghi reati in passato. (si mostra la foto per eventuali riconoscimenti, che possano essere utili per ulteriori contestazioni penali): Pasquale Consuelo, classe ’78, trentino.
Pasquale Consuelo

A seguito delle risultanze emerse, i Carabinieri della Stazione di Trento, lo hanno denunciato per furto aggravato e continuato su autovettura. Infatti nella stessa giornata, all’interno di un parcheggio, posto nelle vicinanze del bicigrill di Trento, aveva perpetrato due furti su autovetture, asportando denaro contanti, cellulare, presenti nelle borse lasciate nell’auto o riposte all’interno del bagagliaio. Informata la Procura della Repubblica presso il Tribunale del capoluogo che, concordando a pieno con le risultanza investigative dei Carabinieri, ha ritenuto quanto mai opportuno emettere nei confronti del medesimo un’ordinanza di custodia cautelare a regime dei domiciliari, per evitare che il ladro possa reiterare le sue condotte criminose, che nell’ultimo periodo hanno destato notevole preoccupazione nella popolazione che iniziava ad aver timore di lasciare le proprie auto nei parcheggi pubblici.

Continua l’attenzione che i Carabinieri di Trento pongono nei confronti dei reati predatori soprattutto per i furti, per i quali sono state intensificate pattuglie anche a piedi nel centro abitato e nella periferia del capoluogo.

I CONSIGLI – L’occasione è utile per ricordare alcuni comportamenti, accorgimenti e consigli per tentare di evitare il furto della propria auto. Come sempre non sono esaustivi, ma sicuramente possono aiutarci a rendere più difficile il furto della nostra auto o i furti su di essa. Quest’ultimi, a volte risultano molto dannosi, perché basta dimenticarsi una busta o anche poche monete in vista, che si subiscono danni (es. finestrino rotto) anche per centinaia di euro.

Siate sempre vigili, occorre adottare accortezza e prudenza e seguire alcuni accorgimenti generali, non dimenticando di dotarsi di un buon antifurto. Ricordatevi che, in generale, il ladro agisce quasi sempre avendo poco tempo a disposizione e pertanto privilegia un veicolo sul quale occorre “lavorare” meno. Non lasciate mai la chiave di riserva nell’auto, anche se nascosta.

Rendete visibili all’esterno i sensori dell’impianto “antifurto” installato sull’auto perché questi costituiscono un buon deterrente per i ladri.  Inserite sempre il bloccasterzo. Anche in caso di brevissime soste non lasciate mai le chiavi nel quadro, spegnete sempre il motore ed assicuratevi che i vetri, le portiere ed il bagagliaio siano chiusi (non sottovalutate il fatto che in tale evenienza la Compagnia Assicurativa non vi risarcisce e potreste avere problemi anche in caso di sinistro per quanto concerne la Responsabilità Civile). Evitate di lasciare il libretto di circolazione o altri documenti all’interno del mezzo. Utilizzate apparati radio estraibili e mimetizzate le antenne.

Mentre, per evitare i furti sull’auto, quando parcheggiate l’auto, verificate la chiusura delle portiere, del portellone, dei finestrini e dell’eventuale tetto apribile.

Non lasciate in vista bagagli, borse, scatole oppure oggetti di valore: riponeteli nel portabagagli prima di parcheggiare in modo che nessuna vi veda nasconderli. Evitate, per quanto possibile, di parcheggiare l’auto in luoghi isolati e bui e non affidate i vostri mezzi a posteggiatori abusivi o improvvisati.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136