QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Trento, la Polizia Stradale ritira la patente a conducente di bus scolastico

venerdì, 31 marzo 2017

Trento – La sezione Polizia Stradale di Trento ha ritirato la patente ad autista di pullman scolastico a Rovereto. Nella giornata di ieri una pattuglia della Polizia Stradale del Distaccamento di Riva del Garda si è recata, alle 7,30, presso l’istituto scolastico “Marconi”, in via Monti a Rovereto (Trento) per effettuare un controllo sui mezzi e sui conducenti di due autobus privati incaricati di condurre gruppi di studenti in Gite Scolastiche rispettivamente a Milano e Sasso Marconi (Bologna).

I controlli vengono effettuati in base a specifiche intese tra Ministero della Pubblica Istruzione e Ministero dell’Interno che prevedono una stretta collaborazione tra direzioni scolastiche e Polizia Stradale per garantire viaggi stradali in assoluta sicurezza.

polizia-0Controlli, disposti dal Comando Sezione Polizia Stradale di Trento, intensificati e particolarmente numerosi in questo periodo dell’anno nell’intera provincia. Nella giornata in argomento il controllo veniva demandato ad una pattuglia del dipendente Distaccamento di Riva del Garda. Mentre il controllo all’autista dell’autobus diretto a Milano non dava adito a rilievi, quello relativo al bus diretto a Sasso Marconi (Bologna) faceva emergere che il conducente non aveva inserito, nel dispositivo digitale del mezzo, la propria carta del conducente, impedendo in tal modo la dovuta verifica delle ore di guida dal dispositivo cronotachigrafo a bordo.

L’autista, un cinquantenne di nazionalità macedone residente in Alto Adige, riferiva agli operatori di non averla inserita a causa di una dimenticanza. Al medesimo veniva contestata la violazione di cui all’art.179/2° e 9° comma del Codice della Strada con ritiro immediato della patente di guida (l’infrazione prevede la sospensione della patente di guida da 15 giorni a tre mesi).

La ditta di trasporto, sita in Alto Adige, proprietaria del mezzo inviava subito sul posto un altro autista, che dopo gli ordinari controlli di rito da parte degli operatori della Polizia Stradale, poteva iniziare il viaggio, della durata di un giorno, verso Sasso Marconi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136