Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Trento: la Polizia arresta due extracomunitari per spaccio di droga

domenica, 8 aprile 2018

Trento – Altra operazione della Polizia di Stato nella città di Trento. La costante attività di controllo del territorio posta in essere dalla Questura ha portato all’arresto di due individui extracomunitari per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante il pomeriggio di ieri, personale della Squadra Volante ha notato un cittadino nigeriano scavare nel terriccio al di sotto di alcune siepi presso il parco San Marco, dove già da tempo si concentra l’attività della Polizia finalizzata allo sradicamento di fenomeni di degrado e criminalità. Notata l’attività sospetta, il soggetto è stato intercettato e sottoposto ad un sommario controllo che portava al rinvenimento di circa 22 grammi di marijuana, confezionata in sei differenti involucri.

Nella serata di ieri, verso le ore 21,20, un controllo mirato alla lotta del traffico di stupefacenti ha portato all’arresto, in via Veneto, di un cittadino di nazionalità tunisina per la medesima fattispecie di reato. Questi, alla richiesta del personale della Squadra Volante di esibire un documento di identità, ha lasciato cadere a terra alcuni involucri e si è dato alla fuga. Subito inseguito dagli operatori, è stato raggiunto e bloccato nonostante i ripetuti tentativi di divincolarsi. All’interno degli involucri precedentemente gettati a terra veniva rinvenuta eroina per un peso complessivo di circa 138 grammi, suddivisa in quattro involucri, oltre ad un bilancino di precisione. Sottoposto a perquisizione personale, il soggetto è stato anche trovato in possesso di 4.360 euro, evidentemente provento dell’attività di spaccio.

I due cittadini extracomunitari sono stati condotti negli uffici della Questura per gli atti di rito e quindi posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del processo con rito direttissimo da celebrare, per entrambi, nella mattina di domani.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136