QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento: inchiesta su truffa, corruzione e mafia, i carabinieri notificano provvedimento a campano

martedì, 17 maggio 2016

Trento – Perquisizioni anche in Trentino, con una persona residente attualmente a Trento, ma originaria di Caserta. Grazie alla collaborazione dell’Arma Trentino, è stato notificato ad uno degli indagati la misura cautelare del divieto di ritorno nella Regione Campania, solo da poco tempo residente in Trento. Carabinieri - foto nuova10

I carabinieri del Reparto operativo di Caserta stanno proseguendo un’indagine nei riguardi di sette persone, fra le quali due ex amministratori comunali di Caserta. L’ipotesi di reato, contestate a vario titolo, di turbata libertà degli incanti, corruzione, truffa e trasferimento fraudolento di beni, con l’aggravante del metodo mafioso.

Le misure sono state chieste al termine di indagini coordinate dalla Dda di Napoli. L’operazione è scattata nelle province di Caserta, Sassari e Trento. Nell’inchiesta, che è il proseguimento di una più ampia attività investigativa, sono stati raccolti elementi secondo i quali i a due ex amministratori pubblici del Comune di Caserta, che sono accusati di aver favorito, dietro compenso di denaro e altre utilità, l’aggiudicazione di una gara d’appalto per la gestione del servizio di trasporto disabili, alla ditta riconducibile all’imprenditore Angelo Grillo, collegato al clan ‘Belfortè di Marcianise (Caserta).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136