QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Trento: controlli della Polizia nel centro storico. Arrestato un 42enne

sabato, 19 settembre 2015

Trento – Attività di prevenzione e contrasto ai reati predatori e di spaccio di stupefacenti. Continuano incessanti i controlli della Polizia di Stato nel centro cittadino di Trento voluti dal Questore.

Un centinaio di persone identificate con prevalenza di extracomunitari, questo è il primo bilancio dei controlli in piazza Santa Maria Maggiore, via Pozzo e piazza Dante durante la seconda settimana del mese di settembre. Le attività sempre più dirette al contrasto dei reati nelle zone del centro hanno portato all’arresto di una persona, perché doveva scontare una pena di due anni e due mesi per spaccio di sostanze stupefacenti ed altro, ed inoltre alla denuncia di 9 persone per detenzione ai fini di spaccio, furto aggravato, minaccia aggravata, guida in stato di ebbrezza, imbrattamento e danneggiamento e lesioni. Nell’ambito di tali attività sono state sequestrati: 2 grammi di eroina, 10 grammi di cocaina, 20 grammi di marijuana e circa 500 euro proventi dell’attività di spaccio.

L’ultimo episodio rilevante è accaduto alla mezzanotte di ieri in piazza Santa Maria Maggiore. Sul posto è intervenuta una Volante a seguito della chiamata di un cittadino, per un acceso diverbio fra persone conclusosi con l’esplosione di un colpopolizia_4_7 d’arma da fuoco. Il personale intervento individuava immediatamente l’autore del fatto, un cittadino residente nella zona che a seguito di una lite con suoi conoscenti aveva esploso un colpo facendo uso di un’arma giocattolo (scacciacani). Il predetto veniva di conseguenza denunciato per i reati commessi.

Inoltre, è stato tratto in arresto un uomo di 42 anni, resosi responsabile di aggressione resistenza a pubblica ufficiale, oltraggio e minaccia, nei confronti del personale intervenuto in questa via Fermi, presso la festa rionale, per segnalazione di persone moleste.

A completamento dell’attività svolta, un cittadino italiano è stato indagato in stato di libertà per insolvenza fraudolenta, altro per furto di un capo di abbigliamento presso il negozio “Oviesse” di viale Verona, mentre un cittadino albanese è stato rintracciato dalla Squadra Mobile ed associato presso la locale Casa Circondariale in esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136