QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento, contrasto alla criminalità: il bilancio dei controlli della Polizia

venerdì, 21 luglio 2017

Trento – Continuano incessanti i controlli voluti dal Questore per contrastare i fenomeni di criminalità nel centro cittadino. Ieri nel corso di servizi finalizzati alla repressione di comportamenti deviati svolti in perfetta sinergia con l’Arma dei Carabinieri del comando provinciale di Trento, sono state espulse 5 persone con accompagnamento al CIE di Torino. polizia-0Trattasi di cittadini nordafricani, compresi anche taluni di quelli coinvolti negli episodi dei giorni scorsi, che tanto scalpore hanno creato quando sono state violentemente contrastate le pattuglie, che avevano fermato alcuni extracomunitari. Sono stati altresì disposti e notificati 7 provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale, 2 fogli di via obbligatori per 3 anni e 2 ammonimenti orali.

L’operazione scattata già dalle prime ore della mattina con personale della squadra mobile in borghese è proseguita nel pomeriggio con l’impiego di circa 100 uomini della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri ed è continuata per tutta la nottata.

Oltre alle forze operative della questura e del comando provinciale Carabinieri, l’attività è stata supportata da personale del Reparto Mobile di Padova e del Reparto Prevenzione Crimine di Milano.

In particolare è stata cinturata, con le forze a disposizione, buona parte del centro storico con il conseguente controllo e fermo di numerosi extracomunitari, condotti poi per le ulteriori incombenze presso la questura, dove una task force di personale specializzato dei vari uffici, ha proceduto alle incombenze relative agli accertamenti e ai conseguenti provvedimenti di legge.

L’impegno, già in atto dal passato, rimarrà costante anche se con grande sacrificio di tutto il personale impegnato, che in molti casi ha rinunciato al giorno di riposo o posticipato le ferie, per spirito di servizio e di solidarietà con la cittadinanza.

Questo importante risultato va inserito nell’ambito delle azioni fortemente volute dal Questore in concorso con il Comando Provinciale dei Carabinieri, volte a colpire in modo efficace e diretto le persone che si rendono autori di gravi delitti nei confronti della comunità trentina, in particolare spaccio di stupefacenti e reati predatori, dimostrando anche aggressività verso le Forze di Polizia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136