QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trento, commemorati gli agenti di Polizia di Stato Dorigoni e Barborini caduti in servizio

mercoledì, 11 febbraio 2015

Trento – Oggi alle 10, in Questura, con rito religioso, sono stati commemorati la Guardia di Polizia di Stato, Renato Barborini, e l’agente della Polizia di Stato Luca Dorigoni, caduti nell’adempimento del dovere. La cerimonia, officiata dal Cappellano Volontario della Polizia di Stato don Lino Zatelli, si è svolta alla presenza dei famigliari delle vittime, del Questore, del Dirigente il Compartimento Polizia Stradale di Bolzano, dei Funzionari ed ha visto la sentita partecipazione del personale della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno.

La Guardia di Pubblica Sicurezza Renato Barborini, nato a S. Micmessa per polizia di statohele all’Adige (Trento), morì il 6 febbraio 1977, all’età di 27 anni, a Dalmine (Bergamo) a seguito di un conflitto a fuoco – durante un controllo di un’autovettura sospetta nei pressi del casello autostradale – con alcuni malviventi, tra cui il noto Vallanzasca Renato. Nell’occasione perse la vita anche un altro collega, Luigi d’Andrea.

L’Agente della Polizia di Stato Luca Dorigoini, nato a Trento, morì il 2 febbraio 1991, all’età di 29 anni, a Nave S. Rocco (Bolzano), investito da un’autovettura mentre stava prestando aiuto ad un automobilista rimasto in panne.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136