Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Trentino, sequestro della Finanza: nel mirino un imprenditore

lunedì, 14 gennaio 2019

Trento – Sequestro di beni e denaro per 17 milioni di euro a un imprenditore trentino di 67 anni, indagato per infedele dichiarazione dei redditi dalla Guardia di Finanza. Secondo le indagini del nucleo di polizia tributaria, l’uomo, attraverso una sofisticata operazione che mescolava costituzioni di società estere e movimentazioni finanziarie, nel 2013, aveva occultato consistenti somme al fisco italiano. Con un “castello” di società in Lussemburgo, aveva ottenuto plusvalenze per 40 mln di euro, non tassati in Lussemburgo, ma che configurano un’evasione da 17 mln di euro in Italia. Eseguito di conseguenza un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca, emesso dal gip del Tribunale del capoluogo provinciale, cautelando le disponibilità finanziarie e patrimoniali per oltre 16 mln di euro su conti correnti e titoli e di una quota da quasi 800mila euro di un prestigioso immobile in centro a Trento, del valore totale di circa 6 mln di euro.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136