QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tremosine, fatto brillare proietto d’artiglieria e bomba a mano trovata in un’abitazione

sabato, 9 luglio 2016

Tremosine – Stamattina in località frazione Voltino del Comune di Tremosine sul Garda gli artificieri del 10° Reggimento Guastatori di Cremona, con l’ausilio dei militari della Stazione di Limone sul Garda (Brescia), che hanno garantito la necessaria cornice di sicurezza, hanno rimosso e fatto brillare un proietto d’artiglieria, una bomba a mano, diversi detonatori e della polvere da sparo rinvenuti presso l’abitazione di un anziano del luogo (nella foto di repertorio un intervento del 10° Reggimento di Cremona).

artificieri e bombe a Vezza d'oglio

In particolare i Carabinieri della Stazione di Limone sul Garda impegnati nelle frequenti verifiche amministrative effettuate nei confronti dei detentori di armi, presentatisi presso l’abitazione hanno invitato l’uomo ad effettuare il riscontro tra le armi detenute e quelle effettivamente denunciate verificando la presenza di una carabina ad aria compressa non denunciata.

L’attenzione dei militari è stata immediatamente colpita dalla presenza di un ordigno bellico, un proietto d’artiglieria delle dimensioni di circa 50 cm x 35 e di una bomba a mano, ordigni privi di spoletta ma comunque pericolosi. Venivano inoltre rinvenuti 25 detonatori per miccia e della polvere da sparo.

A carico dell’uomo, evidentemente appassionato di cimeli da guerra, ravvisandosi il reato di detenzione illegale di armi – ordigni da guerra, è scattato un provvedimento di arresto obbligatorio in flagranza con successiva liberazione da parte del Pm non sussistendo la necessità di richiedere l’applicazione di misure coercitive.

L’area, ove venivano rinvenuti gli ordigni, è stata posta in sicurezza ed il padrone di casa lasciava la propria abitazione sino al termine delle operazioni di bonifica necessarie ad evitare che una “passione”, che comporta anche responsabilità di natura giudiziaria, potesse tramutarsi, come verificatosi in altre tristi occasioni, in una disgrazia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136