QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tre arresti e quindici denunce dai carabinieri della compagnia di Salò

domenica, 2 febbraio 2014

Salò – Nel weekend, con un servizio coordinato di controllo straordinario del territorio disposto dal comando compagnia di Salò, con alla guida il capitano Luigi Lubello, finalizzato a prevenire e reprimere episodi di illegalità diffusa ed in particolare al contrasto dei reati predatori ed inerenti gli stupefacenti, i militari della compagnia di Salò, intervenuti con 15 pattuglie e 36 uomini, con il concorso di personale del nucleo carabinieri cinofili di Orio al Serio  presente con un’unita’ antidroga, hanno identificato 310 persone e controllato 160 veicoli, effettuando 15 perquisizioni personali e veicolari.

GLI ARRESTI

Sono stati arrestati in flagranza due pregiudicati per spaccarabiniericio di stupefacenti (con il sequestro di cocaina e marijuana) ed un giovane per furto aggravato (approfittando della confusione, in una nota discoteca del posto, ha tentato di rubare la borsa ad una coetanea ma è stato bloccato dai militari li presenti per alcuni controlli). Inoltre sono stati denunciate quindici persone per vari reati: 3 giovani per “furto e danneggiamento” (nella notte tra sabato e domenica, tre giovani a bordo della loro auto, per bravata, hanno smantellato alcuni paletti catarifrangenti da una rotonda nei pressi della statale 45 bis Gardesana occidentale, scappando poi a folle velocità – intercettati da una pattuglia della stazione dei carabinieri di Salò sono stati multati e denunciati;  due pregiudicati, nomadi già gravati da precedenti specifici (furti in abitazione e su autovetture) per “possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso”; un nordafricano già gravato da analoghi precedenti per “introduzione nello stato e commercio di prodotti contraffatti e ricettazione” con il contestuale sequestro di  vari capi di abbigliamento e accessori con marchi contraffatti di note griffes nazionali e internazionali, uno per “porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere” con il sequestro di due coltelli a serramanico, due persone per  “guida in stato di ebbrezza” con il relativo ritiro delle patenti di guida poiché il tasso alcolemico nel loro sangue era ben oltre il limite legale (uno dei due era anche sprovvisto di patente perché mai conseguita, è quindi stato denunciato anche per tale reato), tre giovani per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” con il sequestro di circa cinque grammi di cocaina e 40 quaranta grammi di marijuana, un pluripregiudicato è stato invece denunciato per ricettazione poiché sulla sua auto sono stati rinvenuti circa 80 chili di lega in bronzo (destinati ai canali di ricettazione) oggetto di furto perpetrato ai danni di una Fonderia di Puegnago del Garda nonché una pistola fedele riproduzione di un arma vera, priva del tappo rosso. Infine due donne nigeriane denunciate dai carabinieri di Gavardo per truffa, sostituzione di persona e false attestazioni sulla propria identità (una delle due si è presentata agli esami di lingua italiana, per ottenere il permesso di soggiorno a tempo indeterminato, con i documenti della reale interessata, sostituendosi di fatto a quest’ultima, nel tentativo di superare i test al suo posto e farle quindi ottenere il permesso) accortisi di alcune anomalie,  differenza della donna con la foto del documento esibito, i componenti la commissione hanno allertato i Carabinieri – la donna anche di fronte ai militari ha continuato a negare la sua vera identità venendo poi smentita dagli accertamenti in banca dati. Sono stati inoltre segnalati alla competente autorità Prefettizia cinque soggetti quali assuntori di sostanze stupefacenti,  sequestrando un totale di circa cinque grammi di hashish e 3 di marijuana.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136