QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Tragedia sul Piz Galin, scialpinista di Andalo cade per 400 metri e muore sul colpo

martedì, 1 aprile 2014

Andalo – Tragedia sul Piz Galin. Uno scialpinista trentino di 60 anni, Carlo Banal,  è precipitato per circa 400 metri, di cui 70 nel vuoto, dal Pizzo Gallino, noto come Piz Galin, che sovrasta l’altopiano di Andalo ed è deceduto sul colpo. Secondo le prime notizie dei carabinieri di Andalo e della compagnia di Cles e del Soccorso Alpino Trentino lo scialpinista, celibe e noto nella località trentina per l’attività di commerciante (titolare di un negozio di articoli sportivi) è morto sul colpo.20120905110349006_1soccorsoAlpino

L’uomo, impegnato nell’ascesa insieme a due amici, prima di arrivare in vetta, è scivolato su una lastra di ghiaccio ed è precipitato nel vuoto. Vano l’intervento dei soccorritori, chiamati dai compagni dello scialpinista, i quali non hanno potuto che constatare il decesso.

Il corpo dell’uomo è stato individuato mediante l’ausilio di un elicottero del soccorso alpino, recuperato e condotto presso la camera mortuaria di Molveno, a disposizione dei familiari. Carlo Banal era un esperto sci alpinista e conosceva la montagna sulla quale ha perso la vita, che oggi affrontava per la cinquantacinquesima volta.Vasto il cordoglio nel mondo dell’alpinismo dove Carlo Alberto Banal era molto conosciuto.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136