QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Tragedia in Val Venosta: valanga travolge scialpinisti, morte madre e figlia

mercoledì, 3 gennaio 2018

Passo Resia – Una ragazza tedesca di 11 anni ha perso la vita sotto una valanga a Malga San Valentino, sua madre 45enne è deceduta a seguito del trasporto in ospedale a Silandro.

I due, recuperati dai soccorritori nella zona del Passo Resia, facevano parte di un gruppo di scialpinisti tedeschi: illeso il resto della compagnia. L’incidente si è verificato sulla cima Seekoepfl, a 2.100 metri di quota.

La valanga nella zona di Malga San Valentino sopra il lago di Resia, nei pressi del centro sciistico Haideralm. L’elisoccorso Pelikan 1, dopo un tentativo fallito di raggiungere di notte il luogo della valanga in Alta val Venosta, è tornato alla sua base all’ospedale di Bolzano. La comunicazione con i soccorritori sul posto è molto difficile: le condizioni meteo per operare sono estreme. Sul posto il soccorso alpino della Alta val Venosta, la Croce bianca e i carabinieri.

Stando alle prime informazioni, la slavina avrebbe investito un gruppo di sciatori durante un fuoripista. Il pericolo valanghe nella maggior parte dell’arco alpino, compresa la zona in questione, è “marcato” (grado 3 di 5). Il pericolo di distacco di altre valanghe non ha consentito di raggiungere la zona dell’incidente con le motoslitte. I soccorritori si sono spostati solo a piedi o con le ciaspole.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136