QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Tragedia in tangenziale a Trento: le reazioni e un ordine del giorno di tre mesi fa ‘premonitore’ del PATT

sabato, 24 ottobre 2015

Trento – Dopo la tragedia di stamani in tangenziale le reazioni non si sono fatte attendere anche a livello politico. Il gruppo PATT in Consiglio comunale a Trento, con il capogruppo Alberto Pattini (nella foto), ricorda un ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Trento il 21 luglio 2015 su proposta dello stesso Gruppo consiliare del PATT. Un ordine del giorno di oltre tre mesi fa. Ora dal gruppo PATT una domanda su tutte al sindaco di Trento, Alessandro Andreatta e all’assessore Italo Gilmozzi: dopo l’incidente di tre mesi fa cosa è stato fatto in questi 3 mesi?

IL TESTO 

Ordine del giornopattini

INTERVENTI ATTI A SCONGIURARE ACCESSI CONTROMANO. Negli ultimi mesi è cresciuta la preoccupazione per l’aumento degli incidenti stradali sulle strade trentine a causa di accessi contromano alle principali vie di comunicazione della nostra Provincia da parte di alcuni automobilisti;
in questi giorni si è verificato l’ennesimo caso con conseguenze mortali.

Questa situazione ci impone l’obbligo di intervenire in modo puntuale da subito;
la prima azione concreta da mettere in atto riguarda la cartellonistica che deve risaltare in modo da allertare l’automobilista sulla manovra che sta effettuando;
a tal proposito si rammenta che in gran parte d’Europa sono stati posizionati dei cartelli di grandi dimensioni con il segnale di stop e una mano che intima l’Alt, il tutto su uno sfondo giallo intenso;
Tutto ciò premesso,

IL CONSIGLIO COMUNALE DI TRENTO IMPEGNA LA GIUNTA
1 ad effettuare una ricognizione urgente dei punti pericolosi a rischio di accesso contromano sulle principati strade di competenza comunale della città di Trento;
2 a promuovere tutte le attività necessarie al posizionamento del tipo di cartellonistica come descritto in premessa sugli svincoli pericolosi risultanti dalla ricognizione di cui al punto 1;
3 a sollecitare l’apertura di un tavolo di confronto con la PAT per mettere in sicurezza percorsi di competenza provinciale sul territorio comunale.

GRUPPO CONSILIARE PATT

Alberto Pattini

Tiziano Uez

Dario Maestranzi


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136