QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tragedia a Predazzo: muore alpinista milanese

venerdì, 18 luglio 2014

Predazzo – Ieri il recupero di un alpinista sul <Sentiero dei Fiori>, nella notte il ritrovamento dell’escursionista caduto in un dirupo sopra Predazzo. Gran lavoro nelle ultime ore del Soccorso Alpino del Bresciano e del Trentino.Elicottero, soccorso

TRAGEDIA A PREDAZZO 

Ieri sera, alle 21.30, i tecnici del Soccorso alpino della Zona operativa Fiemme-Fassa hanno partecipato alle ricerche di un turista di 88 anni di Rho, in provincia di Milano disperso a Predazzo e ritrovato, purtroppo, senza vita nel bosco.

Alle ricerche hanno partecipato anche i Vigili del Fuoco volontari di Predazzo e di Carano, un’unità cinofila del Soccorso alpino, due unità cinofile della Polizia di Stato di Moena, due unità cinofile della Scuola provinciale cani da ricerca, la Guardia di Finanza e i Carabinieri, per un totale di oltre 50 soccorritori.

Il turista si era allontanato da casa in bicicletta per raggiungere il bosco, dove si sarebbe recato per andare alla ricerca di funghi.

La bicicletta è stata ritrovata lungo la circonvallazione ovest di Predazzo, dove si sono poi concentrate le ricerche che, dato il buio, sono avvenute soprattutto lungo le strade forestali e i sentieri.

All’1,20, una squadra di soccorritori ha intravisto, dall’alto, tra la vegetazione, alla luce delle torce, il corpo senza vita del disperso, il quale è rotolato per circa 50 metri da un sentiero. Al momento non è dato sapere se la perdita della vita del turista sia stata determinata dalla caduta o se quest’ultima sia stata causata da un malore.

I tecnici del Soccorso alpino hanno provveduto a caricare la salma su una barella e a recuperarla fino al sentiero, da dove è stata poi trasporata alla camera mortuaria del cimitero di Predazzo.

Le operazioni di soccorso si sono concluse alla 3,30 circa.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136