QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Traffico di droga, austista arrestato dalla Finanza di Merano

mercoledì, 11 dicembre 2013

Merano – I finanzieri della Compagnia di Merano hanno sequestrato nel meranese 110 grammi di cocaina e 14 di marijuana, a seguito di un controllo notturno su strada di un’autovettura condotta da un cittadino italiano.guardia di Finanza 2

Le Fiamme Gialle, nell’ambito delle attività volte alla lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno intensificato i controlli del territorio, anche di notte, proprio al fine di contrastare ogni tipologia di traffico illecito, soprattutto in relazione alla grande affluenza di persone in questo periodo della stagione. Nel corso di uno di questi interventi, i militari hanno proceduto al fermo di un’autovettura sospetta, condotta da un trentenne italiano di origini calabresi, la quale viaggiava ad elevata velocità, senza alcun apparente motivo.

L’atteggiamento circospetto e nervoso dell’autista ha insospettito i Finanzieri, i quali hanno deciso di procedere ad un controllo più approfondito.  L’immediato e pronto intervento dell’unità cinofila antidroga ha consentito di rilevare che il sospetto era più che fondato. Infatti, l’infallibile fiuto del cane “AGROS”, uno splendido pastore tedesco di tre anni, confermava che all’interno dell’autovettura vi erano, abilmente occultati, oltre 50 grammi di cocaina.  La successiva perquisizione dell’autista ha permesso di rinvenire ulteriori 50 grammi di “polvere bianca”.

L’ATTIVITA’

E’ proseguita presso l’abitazione del soggetto ove sono stati rinvenuti ulteriori 10 grammi di cocaina e circa 14 di marijuana, accuratamente nascosti.  L’illecita sostanza sequestrata, destinata allo spaccio all’interno dell’area del Burgraviato, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato molte decine di migliaia di euro.Il trafficante, da anni residente in Alto Adige, è stato tratto in arresto e associato al carcere di Bolzano, dove dovrà spiegare molte cose al magistrato inquirente che nei prossimi giorni lo sottoporrà a interrogatorio. Le Fiamme Gialle, che hanno proceduto anche al sequestro di denaro contante e dell’autovettura utilizzata per il trasporto della sostanza stupefacente, hanno così inferto un duro colpo ai traffici illeciti presenti nell’area meranese.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136