QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Tione, il tribunale è salvo per ora. Il ministro Cancellieri valuta i costi di funzionamento

mercoledì, 18 settembre 2013

Tione – La sede del tribunale è salva, o almeno c’è la promessa del Ministro alla Giustizia Anna Maria Cancellieri di concedere una deroga al provvedimento di chiusura dei tribunali minori. Tione rientrerebbe in questa casistica, secondo quanto  riferito dal Sottosegretario alle Autonomie locali Walter Ferrazza. “In un colloquio caratterizzato dalla condivisione degli obiettivi e nella massima comprensione delle criticità espresse – sostiene il Sottosegretario – il Ministro si è reso disponibile a disporre con urgenza le modifiche necessarie al provvedimento firmato in data 13 settembre sia per concedere il prolungamento del periodo di deroga, sia per rivedere le funzioni individuate, con l’obiettivo di ripristinare le operatività e di garantire sempre migliori servizi ai cittadCancellieriini”. L’iter è quello di approfondire la situazione e rivedere il decreto di riorganizzazione dei tribunali per quanto concerne Tione e Brunico.  La sensibilità e l’attenzione del Ministro – riferisce il Sottosegretario – sono totali, riconoscendo nel territorio trentino alcune criticità che hanno richiesto la deroga al DL: in Trentino infatti l’età media della popolazione è molto alta, alcune aree montane sono quasi isolate rispetto alla città di Trento, i collegamenti coi mezzi sono sporadici e talvolta non garantiti come ad esempio in caso di forti nevicate. Quindi va valutata l’esigenza di dover garantire ai cittadini, nei modi più consoni, tutti gli strumenti per interagire al meglio con l’attività giudiziaria. In un prossimo incontro sarà quindi trovata una soluzione per Tione, che tenga conto della specificità territoriale e che non pesi economicamente sulla comunità locale il costo dell’apertura della sede staccata del tribunale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136