QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Tenno sotto shock per l’omicidio-suicidio di Chiara e Mattia

lunedì, 31 luglio 2017

Tenno – Il paese di Tenno e l’intero Trentino sono sotto shock per l’omicidio-suicidio di due giovani. Mattia Stanga, 24 anni, e Alba Chiara Baroni, 22 anni, avrebbero avuto qualche diverbio negli ultimi tempi. Il giovane, operaio e volontario dei vigili del fuoco, ha acquistato la pistola per motivi sportivi e in mattinata al termine di una lite ha sparato alla fidanzata, barista nel paese del Trentino, uccidendola. Poi si è recato in bagno ed si è ucciso. Una pallottola è uscita dal bagno e si è conficcata in un muro esterno all’abitazione.

Tenno Baroni Stanga 1

La ricostruzione dell’omicidio-suicidio è stato affidato ai carabinieri della Compagnia di Riva del Garda, guidati dal capitano Marcello Capodiferro, e dal Nucleo Investigativo del comando provinciale, diretta dal capitano Andrea Oxilia. L’inchiesta è coordinata dal sostituto procuratore Valerio Davico, che ha raggiunto Tenno e che domani affiderà l’incarico per l’autopsia sui due cadaveri. Sul posto oltre ai carabinieri e Pm, i vigili del fuoco volontari di Tenno e  la Croce bianca Alto Garda. (Nella foto tratta da Facebook, Alba Chiara Baroni e Mattia Stanga).

Alla notizia della tragedia si è radunato un gruppo di persone ed è giunto anche il sindaco di Tenno, Gianluca Frizzi, che ha detto: “E’ una tragedie che ci lascia senza parole e che colpisce al cuore tutta la comunità”.

All’origine della tragedia c’erano dei dissidi, discussioni note anche ai familiari, che però non avevano ipotizzato una conclusione simile. Per fare chiarezza sul movente si aspetta l’esito dell”autopsia disposta dal Pm Valerio Davico e i riscontri degli inquirenti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136