QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Taio, i carabinieri della compagnia di Cles sorprendono due giovani rubare gasolio

giovedì, 10 aprile 2014

Taio - Una giovane coppia di romeni, I.C. e M.A.M., rispettivamente di 23 e 32 anni, la scorsa notte sono stati sorpresi da un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cles a rubare una considerevole quantità di gasolio da un escavatore parcheggiato all’interno di un cantiere allestito in località Mollaro del comune di Taio e per questo denunciati in stato di libertà alla Procura di Trento.

I due – utilizzando un collaudato marchingegno idoneo a pescare il carburante dal serbatoio delle macchine operatrici, oggetto sottoposti a sequestro insieme ad un cacciavite, una carabinieri Cleschiave a pappagallo ed un coltello da cucina, altri strumenti adoperati per manomettere il tappo-serbatorio del mezzo – avevano già riempito 6 taniche da 30 litri ciascuna quando sono stati bloccati dai militari. L’intervento della pattuglia è stato favorito dalla segnalazione di una solerte guardia giurata, che aveva indicato alla Centrale Operativa della Compagnia di Cles l’atteggiamento sospetto di due persone che, a piedi, si aggiravano proprio nei pressi dell’isolato cantiere.

Gli stranieri, residenti in Trento, risponderanno di fronte al Tribunale di Trento del reato di furto, reato aggravato per via dell’accertata manomissione del tappo-serbatoio della macchina operatrice. Le indagini ad ogni modo proseguono al fine di stabilire se i predetti abbiano potuto, nei giorni addietro, mettere a segno altri analoghi colpi.

I furti di gasolio da mezzi pesanti vengono consumate soprattutto durante i fine settimana, quando detti mezzi restano incustoditi per giorni e quindi i malfattori possono agire indisturbati anche per più tempo. Per tale ragione è costante l’attenzione e la vigilanza che le pattuglie della Compagnia di Cles riservano a cantieri del territorio.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136