QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Sversamento di sostanze irritanti alla Sandoz, prelevati i campioni in via artigianato a Rovereto

venerdì, 10 luglio 2015

Rovereto - Prelevati campioni di acqua, attualmente all’esame dell’APPA. Questa mattina i Vigili del Fuoco del Corpo permanente di Trento sono intervenuti a Rovereto a seguito della segnalazione di un cattivo odore proveniente da un canale di scolo di acque bianche. Sono stati fatti accertamenti sanitari su alcuni dipendenti di una ditta e sono stati prelevati campioni di acqua che attualmente sono all’esame del Laboratorio Chimico dell’APPA.

Prima delle 8 di questa mattina presso la Centrale 115 dei Vigili del Fuoco è arrivVigili-del-Fuoco-7ata la segnalazione di un possibile inquinamento in atto nella zona industriale di Rovereto, in Via dell’Artigianato, in un canale a vista ( di acque bianche) che si immette nel rio Costa. E’ stato riferito dell’improvvisa colorazione marrone del canale e di un forte cattivo odore emesso dallo stesso; odore che aveva invaso i locali di una ditta del posto. Poco dopo le ore 8.00, personale della ditta ha richiamato la Centrale 115, riferendo che, nel frattempo, alcuni dipendenti stavano accusando sintomi di malessere con vomito e prurito agli occhi. A questo punto è stata avvisata anche la centrale Operativa 118.

E’ stato quindi disposto l’invio sul posto del Nucleo NBCR (Nucleare, Batteriologico, Chimico e Radiologico) del Corpo Permanente dei Vigili del Fuoco di Trento interessando nel contempo l’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente (APPA), la Polizia Locale di Rovereto ed i Carabinieri di Rovereto. Al momento dell’arrivo del personale del 118, gli operai non presentavano più i sintomi che avevano lamentato in precedenza ma, non conoscendo la natura della sostanza che poteva essere stata inalata, sono stai invitati ad effettuare una visita di controllo al Pronto Soccorso. Dopo le visite gli operai sono stati subito dimessi. I campioni d’acqua prelevati, attualmente all’esame del Laboratorio Chimico dell’APPA, potranno fornire utili indicazioni circa la provenienza e la natura del presunto sversamento.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136