Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Studente cerca di spendere soldi falsi ma viene fermato dai carabinieri di Trenzano

mercoledì, 28 febbraio 2018

Maclodio – A Maclodio, i carabinieri della Stazione di Trenzano hanno fermato un 16enne, studente, colto in flagranza del reato di spendita di monete false.

Il giovane, nel mercato ambulante di via Europa, di prima mattina ha utilizzato una banconota contraffatta da 50 euro per l’acquisto di generi alimentari presso un commerciante di prodotti ortofrutticoli, ricevendo in cambio il resto e riuscendo a farla franca.

Alle ore 10:30 successive, lo stesso ragazzo si è presentato nuovamente al citato venditore tentando anche in questa occasione di pagare l’acquisto con una banconota contraffatta da 50 euro; questa volta non ha portato a termine l’azione delittuosa per l’accortezza dell’uomo che lo costringeva alla fuga senza riuscire a bloccarlo.

I militari operanti in servizio perlustrativo in zona, immediatamente allertati dal commerciante, tramite la descrizione sommariamente fornita da questi, sono risaliti all’identità del ragazzo, senza precedenti ma già noto alle forze dell’ordine, rintracciandolo poco dopo all’interno della propria abitazione.

Nel corso della perquisizione personale e locale, il 16enne ha confermato le proprie responsabilità e ha consegnato agli operanti il resto illecitamente acquisito dal venditore ambulante. La banconota contraffatta è stata posta in sequestro, mentre il minore, su ordine dell’Autorità Giudiziaria minorile, è stato accompagnato presso la propria abitazione ed affidato ai genitori


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136