QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Ono San Pietro: Pasquale Iacovone patteggia pena a 2 anni e 4 mesi per stalking

mercoledì, 2 aprile 2014

Ono San Pietro – Prima condanna per Pasquale Iacovone, accusato del duplice omicidio dei figli Davide e Andrea. In mattinata ha patteggiato una pena a due anni e quattro mesi per stalking. L’uomo, rinchiuso nel carcere di Opera e accusato di aver ucciso i figli di 9 e 12 anni, era accusato di minacce e stalking nei confronti dell’ex moglie, Erika Patti che nel 2012 l’aveva denunciato per minacce.  I rapporti tra i due si erano deteriorati fin dal 2010 e i due si erano separati. Pasquale Iacovone non aveva mai accettato questa situazione e aveva minacciato l’ex e i suoi genitori. Da qui la denuncia e il successivo prov20130716_50677_pasquale_iacovone_facebookvedimento del giudice di avvicinarsi all’ex e ai suoi familiari. Poi il 16 luglio dello scorso anno il duplice omicidio di Ono San Pietro.

Pasquale Iacovone è ora rinchiuso nel carcere di Opera e il suo recupero procede. Secondo i medici è più dell’90%. Oggi ha patteggiato la pena a 2 anni e 4 mesi, mentre a luglio ci sarà l’udienza per il delitto del 13 luglio scorso. L‘ex moglie Erika Patti, in aula, ha commetnanto: “Per la legge la condanna di oggi è giusta, ma per quello che ha fatto ai mieri figli non può essere accettata”.

,


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136