QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Spese di rappresentanza in Provincia, condanna a 12 mesi per Grisenti

martedì, 18 marzo 2014

Trento – Condannato a 12 mesi in Appello del tribunale di Bolzano. Silvano Grisenti, già presidente di A22, ex assessore provinciale e ora capogruppo di Progetto Trentino in Provincia, era accusato di truffa, corruzione e tentata violenza privata nell’ambito dell’indagine iniziata nel 2008, condotta dalla Procura di Trento e denominata “Giano Bifronte”.Grisenti

La Cassazione aveva annullato la sentenza di condanna per i due capi di imputazione per mancanza di motivazioni. L’inchiesta era scattata su un presunto giro di tangenti nella gestione di appalti pubblici locali, e Silvano Grisenti era stato condannato per truffa aggravata, in relazione ai rimborsi di tre pranzi offerti a esponenti politici. La spesa era stata classifica come “rappresentanza”, quindi si configurava per la Procura come truffa. Invece le altre due accuse erano già state cadute. La Corte d’Appello di Bolzano ha quindi quantificato la pena in 12 mesi. Secondo il legale di Grisenti non cambia nulla, farà comunque ricorso  sulla sentenza e l’esponente politico non dovrà lasciare le cariche che ricopre.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136