Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad


Spaccio nel centro di Trento, arrestato dai carabinieri 20enne del Gambia

martedì, 13 febbraio 2018

Trento – Operazione antidroga dei carabinieri di Trento. Nella serata di ieri i militari della Compagnia di Trento hanno intensificato l’attività di controllo nel centro cittadino, in particolare nei parchi cittadini e piazza Venezia dove il comportamento di un giovane gambiano ha insospettito i militari.controlli carabinieri

Il ragazzo, alla vista dei militari, ha tentato infatti di dileguarsi nella speranza di non essere stato notato dagli operanti che, postisi subito all’inseguimento, dopo poco sono riusciti a raggiungerlo: di lì la sorpresa.

L’immediata perquisizione personale del giovane ha comportato il rinvenimento nella disponibilità dello stesso di 270 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana suddivisa in 15 confezioni avvolte in cellophane.

L’ingente rinvenimento di sostanza stupefacente ha fatto immediatamente supporre la destinazione della stessa non ad uso personale, motivo per cui il giovane 20enne O.K. è stato condotto presso la caserma di via Barbacovi dove, a seguito delle incombenze di rito, ritenuto responsabile del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, al termine degli adempimenti di rito, è stato tratto in arresto e dovrà rispondere del predetto reato dinanzi all’autorità giudiziaria di Trento.

Analoga sorte in serata è toccata al 24enne D.A., italiano residente a Trento, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, il quale, nell’ordinaria attività di controllo espletata dall’Arma nei confronti delle persone ristrette in regime di detenzione domiciliare finalizzata al rispetto delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria, non è stato rintracciato presso la propria abitazione. Le conseguenti ed immediate ricerche hanno permesso pertanto di rintracciarlo fuori dal proprio domicilio e di trarlo in arresto in flagranza di reato perché ritenuto responsabile del reato di evasione. Al termine degli adempimenti di rito, il giovane arrestato nella giornata odierna dovrà rispondere dei reati dinanzi al Gip del tribunale di Trento.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136