Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Spaccio e maltrattamenti in famiglia: tre arresti dei carabinieri in Valle Camonica

sabato, 24 marzo 2018

Breno – Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Breno, hanno tratto in arresto un 75enne, cittadino italiano censurato, per “maltrattamenti in famiglia e lesioni personali”. L’uomo rientrato a casa in stato di ebbrezza alcolica, per futili motivi ha avuto un diverbio con la moglie convivente e in un attacco d’ira l’ha malmenata costringendola a fuggire in strada ove è sopraggiunto il figlio, non convivente, che ha provveduto a richiedere l’intervento dei militari dell’Arma.

carabinieri 1Nel corso delle attività di Polizia Giudiziaria, sono stati accertati reiterati maltrattamenti subiti dalla parte offesa dall’anno 2000 ad oggi. L’uomo è stato associato in carcere. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo la remissione in libertà e la misura cautelare del divieto di avvicinarsi alla consorte a meno di cinquecento metri e il divieto di frequentare gli stessi luoghi.

BLITZ ANTIDROGA

A Pisogne (Brescia), i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Breno (Brescia), hanno tratto in arresto un 26enne, cittadino italiano censurato, residente a Capo di Ponte e un 23enne, cittadino italiano, incensurato, residente a Cedegolo, per “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. I due, che viaggiavano a bordo di un’autovettura, in località Toline, a seguito di un controllo e contestuale perquisizione, venivano trovati in possesso di tre grammi di stupefacente del tipo cocaina, suddivisi in cinque dosi già confezionate e pronte per la cessione e la somma di 1.585 euro in contanti nascosti all’interno dell’automezzo. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire ulteriori 12 grammi di stupefacente del tipo hashish e un bilancino elettronico di precisione. Il tutto sottoposto a sequestro. L’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti.

GLI STUDENTI DELL’ ISTITUTO COMPRENSIVO BERTOLOTTI DI GAVARDO VISITANO IL COMANDO PROVINCIALE DI BRESCIA

Questa mattina, nel quadro di iniziative volte a diffondere la cultura della legalità e la vicinanza delle Istituzioni ai giovani cittadini,  la caserma dei Carabinieri di Piazza Tebaldo Brusato ha aperto le porte agli studenti dell’istituto comprensivo “Bertolotti” di Gavardo.

Circa 50 giovanissimi ragazzi si sono avvicinati all’Arma dei Carabinieri con entusiasmo ed allegria attratti dai mezzi e dalle uniformi. Sono stati illustrati compiti e potenzialità del Nucleo Radiomobile, della Centrale Operativa e della Sezione Investigazioni Scientifiche. Particolare interesse ha destato l’esibizione di un’unità cinofila  del Nucleo Carabinieri di Orio al Serio  che ha rinvenuto dello stupefacente nascosto e soprattutto il cane labrador “Grom” accarezzato e coccolato da tutti.

L’occasione è stata altresì un momento propizio per intrattenersi con i ragazzi sulle problematiche giovanili più attuali dal bullismo all’ uso di stupefacenti, all’abuso di alcol e all’uso consapevole di internet.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136