QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Spaccio e furti: i carabinieri arrestano nel Bresciano 5 persone

martedì, 25 febbraio 2014

Brescia – Altri arresti per furto e spaccio. Sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio da parte dei carabinieri della Compagnia di Brescia. In tale ambito nei giorni scorsi sono state arrestate cinque persone, due per furto e 3 per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In dettaglio: i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brescia, a seguito di segnalazione telefonica pervenuta alla Centrale Operativa di Brescia, sono intervenuti in via Moretto perché era stato segnalato un furto in atto su un’autovettura in sosta.

Giunta sul posto, la pattuglia trovava una Renault Megane con il lunotto posteriore infranto e con vari oggetti sparsi a terra, sorprendendo due giovani che si stavano allontanando a piedi dalla stessa, dirigendosi in direzioni opposte. Alla vista dell’autoradio uno dei due ladri si nascondeva dietro un cassonetto dell’immondizia, venendo immediatamente bloccato dai militari, mentre il secondo veniva tratto in arresto dopo un breve inseguimento lungo una traversa di via Moretto. I due soggetti, arrestati per furto aggravato su autovettura, sono stati successivamente identificati in un ecuadoregno, G.Z.C.E. classe ’90, ed un cubano, R.R.L.G. classe ’94, entrambi con precedenti e residenti a Brescia. Gli arresti sono stati convalidati e i due giovani sono stati rimessi in libertà.

ARRESTO PER SPACCIO

Sono inoltre tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente tre cittadini albanesi: F.R., classe ’87, il quale, dopo essere stato notato mentre compiva movimenti sospetti all’interno della propria autovettura, veniva pedinato, per poi venir bloccato all’altezza di via San Zeno e immediatamente perquisito: nella sua autovettura sono state rinvenute 19 confezioni di cocaina occultate all’interno del volante; S.A. classe ’86 e H.E. classe ’94, perché trovati rispettivamente in possesso di 7 dosi e 49 dosi di cocaina. Il primo dei due, presente in uno dei bar di Villaggio Sereno, alla vista dei militari fuggiva in direzione del bagno con l’intento evidente di disfarsi dello stupefacente, ma veniva prontamente bloccato e tratto in arresto dai militari intervenuti, mentre il secondo soggetto che si trovava sempre all’interno del bar, usciva frettolosamente dallo stesso e, dopo aver percorso a piedi circa 150 metri, senza aver notato il pedinamento dei Carabinieri in borghese, occultava sotto un albero della traversa XII le 49 dosi detenute, venendo arrestato in flagranza di reato. Anche questi tre arresti sono stati convalidati nel corso di rito direttissimo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136