QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Spaccio e furti, gli agenti della Squadra Mobile di Trento hanno arrestato giovane albanese

giovedì, 20 marzo 2014

Trento – Gli agenti della Squadra Mobile, nel corso dell’attività di ricerca dei latitanti, ha arrestato Jeton Xhilaga, nato a Diber (Albania) il 21.11.1991, clandestino, da pochi giorni rientrato in Italia, già condannato alla pena di 3 anni, 9 mesi e 14 giorni di reclusione, per un cumulo di pene riferite ai reati inerenti la legge sugli stupefacenti e per reati contro il patrimonio ed in particolare per furto in abitazione. L’uomo, latitante da alcuni anni, oltre alla pena da scontare era anche ricercato, perché colpito da ordinanza di custodia cautelare per la violazione delle norme sugli stupefacenti.

Le operazioni di ricerca del latitante, iniziate nelle prime ore del mattinpolizia stradaleo, hanno visto impegnate diverse pattuglie di questa Squadra Mobile, che hanno setacciato la zona collinare giungendo ad un abitazione dove l’uomo è stato poi arrestato. Nel corso delle fasi dell’identificazione, lo straniero per eludere il riconoscimento ha fornito false generalità, scoperte poi grazie ai rilievi delle impronte digitali. Questo risultato si iscrive nella assidua attività di ricerca delle persone già condannate, che, proprio per la loro condizione, costituiscono un costante pericolo per la sicurezza dei cittadini di questa provincia.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136