Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Spaccio di droga in Trentino: due persone arrestate, la Finanza sequestra cocaina e eroina

venerdì, 18 gennaio 2019

Trento – Le unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza di Trento, nell’ambito del potenziamento dei controlli che tutte le Forze dell’ordine stanno espletando a livello provinciale per il contrasto alla microcriminalità legata allo spaccio e al consumo di stupefacenti, hanno sequestrato mezzo etto di cocaina ed eroina suddivisa in cinquanta dosi, arrestando due nordafricani per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Nel corso di una serie di attività di indagine e di ricerca d’informazioni concentrate sulle zone del capoluogo maggiormente identificate come siti di smistamento e vendita delle sostanze stupefacenti per consumo personale, i Finanzieri della Compagnia di Trento hanno posto l’attenzione su B.M., 33 anni, soggetto tunisino regolarmente residente sul territorio italiano e domiciliato a Trento, fortemente sospettato di spacciare sostanze stupefacenti perché più volte visto effettuare “la spola” tra le zone di Piazza Dante e Cadine senza apparente occupazione.

Proprio durante un servizio di pattugliamento del territorio i militari delle Fiamme Gialle hanno fermato e controllato il tunisino che, dagli accertamenti nelle banche dati di polizia, è risultato avere già dei precedenti specifici.

B.M., in evidente stato di agitazione, è stato poi puntato dai cani antidroga Nabuco e Apiol, che hanno subito segnalato la presenza di “odore spento” di stupefacente: a quel punto, nonostante il tunisino non avesse della droga con sé, i militari operanti hanno avuto il fondato motivo di ritenere che la droga potesse trovarsi nell’abitazione del soggetto e hanno effettuato una perquisizione domiciliare.

Una volta entrati nell’appartamento, a Cadine di Trento, i militari hanno trovato un altro soggetto, J.W. di 37 anni, anch’egli tunisino regolarmente residente in Italia, intento a confezionare le dosi di droga da vendere successivamente nelle piazze di spaccio.

La perquisizione, effettuata con l’ausilio dei due cani antidroga in forza alla Compagnia della Guardia di Finanza di Trento, ha dato esito positivo: è stato trovato mezzo etto di droga pesante tra eroina e cocaina, per un valore di circa tremila euro sul mercato illegale, un bilancino di precisione e 325 euro in contanti, la provenienza dei quali nessuno dei due perquisiti – disoccupati – ha saputo giustificare.

La droga rinvenuta è stata sequestrata e i due soggetti, sono stati immediatamente arrestati e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo un processo per direttissima avvenuto in data odierna, tradotti nel carcere di Verona in attesa di giudizio.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136