QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Spaccio di droga e rapina: due tunisini arrestati dai carabinieri di Trento

mercoledì, 19 novembre 2014

Trento - Nel corso dei controlli al territorio avvenuti nella giornata di ieri, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trento hanno arrestato due cittadini tunisini. Nel primo caso i militari sono intervenuti su segnalazione di un episodio di spaccio nell’area di Trento nord; giunti sul posto, un’area industriale dismessa, hanno individuato un maghrebino che stava confezionando dello stupefacente. spaccio-droga-big-2

Alla vista dei militari ha tentato una breve fuga, bloccata immediatamente dal loro intervento, con non poche difficoltà, poiché lo stesso ha provato a resistere all’arresto; il soggetto è risultato essere  Raduine Mansri, un cittadino tunisino, 34 anni, già in possesso di precedenti per traffico di stupefacenti. E’ stato trovato in possesso di nove dosi di eroina e 7 grammi di cocaina, destinati allo spaccio sul centro di Trento.
I militari l’hanno quindi arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a Pubblico ufficiale, in attesa di esser giudicato dal tribunale di Trento con il rito per direttissima.
Il secondo episodio che ha visto all’opera i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Trento ha riguardato un tentativo di rapina verificatosi presso il negozio di articoli sportivi “Sportler” in via Mantova. Mohamed Solah, un cittadino tunisino, 40 anni, aveva tentato di rubare un giubbotto sportivo, colpendo poi nel tentativo di fuggire il commesso che aveva notato l’avvenuto.
I militari intervenuti l’hanno bloccato, identificato e arrestato per tentata rapina; inoltre, i successivi accertamenti hanno cristallizzato che si trattava di criminale con diversi precedenti penali oltre che per reati specifici contro il patrimonio, ma anche per spaccio di stupefacenti.

Entrambi gli arresti messi a segno dai carabinieri si inseriscono nel rafforzamento dei controlli sul territorio con particolare attenzione ai reati predatori, allo scopo di garantire ai cittadini sempre maggiore sicurezza e vivibilità del centro cittadino.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136