Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Spaccio di droga e furto di nickel, doppio blitz dei carabinieri a Gussago e Gardone Val Trompia

lunedì, 23 gennaio 2017

Gussago – I militari della stazione carabinieri di Gussago (Brescia), nel corso di specifica attività di polizia finalizzata alla prevenzione e repressione degli illeciti afferenti le sostanze stupefacenti e psicotrope, hanno arrestato un cinquantenne gussaghese in possesso di 3 chili di cocaina detenuti nel soggiorno della sua abitazione. Lo stupefacente, di valore superiore ai 100mila euro all’ingrosso, avrebbe fruttato una cifra almeno triplicata nella vendita al dettaglio. L’operazione si inquadra in un più ampio programma di contrasto alla diffusione degli stupefacenti che l’Arma conduce a livello provinciale e locale.

RUBANO NICKEL, ARRESTATI DAI CARABINIERI

Lo scorso weekend, dopo una prolungata attività di indagine, i carabinieri di Villa Carcina (Brescia) unitamente ai militari dell’aliquota operativa della Compagnia di Gardone Val Trompia hanno arrestato due italiani di 57 e 45 anni, rispettivamente per furto aggravato continuato e ricettazione di metalli, nonché denunciato un italiano 27enne per ricettazione.

Una ditta di Sarezzo nel corso degli ultimi mesi aveva riscontato un ammanco di quasi 2600 chili di nickel per un valore di circa 26mila euro. I carabinieri, a seguito della denuncia dei titolari, con attività investigativa e servizi di osservazione hanno ricostruito gli episodi. Il 57enne, approfittando del suo ruolo all’interno della ditta in qualità di dipendente, dietro un cospicuo compenso, accantonava periodicamente un certo quantitativo di materiale che poi veniva ritirato dagli altri due soggetti che provvedevano a caricarlo a bordo di un furgone per poi rivenderlo.

Lo scorso weekend è scattato il blitz dei carabinieri che hanno colto in flagranza il 45enne ed il 27enne mentre prelevavano 250 chili di nickel, dopo aver consegnato al 57enne quasi 1500 euro in contanti. Refurtiva recuperata e riconsegnata avente diritto e denaro sequestrato. I due arresti sono stati convalidati dal Tribunale di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136