QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Spaccio di droga, arrestato minorenne ad Arco. Una denuncia a Trento

sabato, 20 agosto 2016

Arco di Trento – Ferragosto in fumo, minore arrestato. I carabinieri della stazione di Arco di Trento, nel corso dei servizi di prevenzione generale intensificati secondo il Piano “Ferragosto sereno” voluto e predisposto dal Comando Provinciale di Trento, hanno effettuato dei controlli straordinari del territorio in occasione delle festività di ferragosto arrestando un minore per detenzione di ingente quantitativo di sostanza stupefacente del tipo “hashish”.

carabinieri arco 1

Nell’ambito di specifici controlli i carabinieri arcensi hanno messo sotto osservazione l’appartamento di proprietà dei genitori, ignari di ciò che succedeva al suo interno, che il minore utilizzava per ascoltare musica e far festa con gli amici.

La perquisizione dell’appartamento permetteva di rinvenire 400 grammi di hashish (3 panetti da 100 grammi), 20 dosi già pronte per lo spaccio, 4 ovuli di hashish di tipo Burbuka (sostanza stupefacente con elevano principio attivo – ndr: normalmente la percentuale è di 9/12%), mentre il Burbuka, ricco di olio di hashish, raggiunge il 31/35%), bilancino di precisione e 1000 euro in contanti che sono stati sequestrati quale provento dell’attività di spaccio.

Il 16enne arcense, studente, è stato posto agli arresti domiciliari presso l’abitazione dei genitori su disposizione del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei Minori, Fabio Biasi.

A seguito dell’udienza di Convalida dell’Arresto il GIP del Tribunale per i Minorenni ha disposto la traduzione del ragazzo in una comunità minorile del nord est dove rimarrà in custodia cautelare.

L’attenzione dei Carabinieri è sempre ai massimi livelli soprattutto per quanto riguarda le fasce protette anche perché le indagini condotte hanno determinato che i destinatari dello stupefacente erano coetanei del ragazzo che è stato subdolamente attratto dal facile guadagno con lo smercio degli stupefacenti e che in vista delle festività del ferragosto aveva pensato di acquistare l’ingente quantitativo che una volta venduto avrebbe fruttato circa 4000 euro.

 CONTROLLI DEI CARABINIERI DI TRENTO

Continuano i servizi di prevenzione per “agosto sereno”, la Compagnia Carabinieri di Trento, nel quadro dei servizi predisposti dal Comando Provinciale, attraverso i militari dipendenti dell’ Aliquota Radiomobile di Trento, guidati dal Tenente Rossella Pozzebon, hanno denunciato M.T., incensurato trentino, per essersi reso responsabile dei reati di porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e di la detenzione illecita di stupefacenti per uso personale.

Nel pomeriggio di ieri, nel corso di un normale controllo alla circolazione stradale l’hanno trovato in possesso di un coltello a serramanico e di un tirapugni in metallo di cui non era in grado di giustificarne il possesso. Contestualmente, a seguito di una approfondita verifica, lo stesso, veniva trovato in possesso di modiche quantità di cocaina e di marijuana. Pertanto, L’uomo, che non ha opposto nessuna resistenza ai militari operanti che oramai l’avevano scoperto, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria di Trento e segnalato al Commissariato del Governo per la Provincia di Trento quale assuntore di stupefacenti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136