QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Spaccio di cocaina nel Bresciano: un arresto. Altra operazione dei carabinieri a Sabbio Chiese

martedì, 23 settembre 2014

Gavardo – I militari della Stazione dei Carabinieri di Gavardo, hanno arrestato per il reato spaccio di sostanze stupefacenti, R. E. S. S. egiziano classe 1982 residente a Gavardo (BS) irregolare in Italia, nullafacente, pluripregiudicato per reati specifici.CARABINIERI LARGE

In particolare i militari, nel corso di specifico servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, intercettavano il pregiudicato mentre era intento a smerciare sostanza stupefacente ad un giovane originario di Lecco. Una volta bloccato il pregiudicato, a seguito di perquisizione personale i militari rinvenivano nell’immediata disponibilita’ dello stesso sostanza stupefacente del tipo cocaina, per complessivi 2 grammi.

Corso operazioni veniva altresi’ rinvenuta somma contante di 100 euro ritenuta provento dell’attivita’ di spaccio. L’acquirente, anch’egli perquisito, veniva trovato in possesso di un ulteriore dose di cocaina, poco prima acquistata, e pertanto lo stesso veniva segnalato all’ autorita’ prefettizia quale assuntore. L’arresto è stato

convalidato e per lo spacciatore sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa del processo. Lo spacciatore in questione era già stato arrestato per lo stesso reato il 30 maggio 2012 (condannato a 8 mesi con pena sospesa) ed il 12 giugno 2014 (posto agli arresti domiciliari solo in orario notturno, in attesa del processo) è ora in attesa di condanna.

A SABBIO CHIESE…
I militari della Stazione dei Carabinieri di Sabbio Chiese hanno tratto in arresto in attuazione di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’ Appello di Torino – Ufficio Esecuzioni Penali – D. S., marocchino classe 1960 residente a Vobarno (BS) operaio, pregiudicato.

In particolare i militari corso servizio perlustrativo fermavano il soggetto ad un posto controllo, accertando che sul conto dello stesso pendeva il citato provvedimento restrittivo, per il reato di guida in stato di ebbrezza (più volte denunciato per tale violazione) e per il quale lo stesso deve scontare la pena di sei mesi di reclusione. L’arrestato dopo le formalita’ di rito è stato tradotto presso la casa circondariale di Brescia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136