QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Sondrio, la morte di Pontiggia e la scomparsa di Svetlana. La Procura ipotizza l’omicidio-suicidio

giovedì, 30 novembre 2017

Sondrio – La Procura di Sondrio sta indagando sull’ipotesi omicidio-suicidio per la morte di Nicola Pontiggia e la scomparsa della moglie Svetlana Balica. In mattinata si è svolta la conferenza stampa del  Procuratore capo di Sondrio, Claudio Gittardi (nella foto), che sta coordinando l’inchiesta dei carabinieri di Sondrio. Secondo quando si è appresso oggi la Procura indaga sull’ipotesi dell’omicidio di Svetlana Balica e sul successivo suicidio del marito. Il tutto sarebbe avvenuto in un tempo brevissimo il 2 novembre scorso.Gittardi Claudio

Il giallo di Cosio Valtellino si è arricchito in queste settimane, con la prima ipotesi sulla scomparsa di Svetlana Balica, la 44enne modava, di cui non si hanno più notizie dal 2 novembre. Poi gli inquirenti hanno diffuso le ultime immagini della donna, quindi le indagini si sono indirizzate, dopo l’ipotesi dell’incidente in fabbrica per Nicola Pontiggia e scomparsa della donna, verso l’ipotesi dell’omicidio-suicidio.

Secondo il Procuratore capo di Sondrio, Claudio Gittardi, all’origine ci potrebbe essere una lite tra i coniugi, quindi la donna sarebbe stata uccisa e in breve tempo fatta sparire, poi Nicola Pontiggia si recò in fabbrica e inscenò un incidente. Di fatto si tratterebbe di suicidio.

Gli investigatori, dopo aver mostrato le immagini, puntano ora a trovare il corpo di Sveltlana Balica, così da chiudere il cerchio sulla vicenda.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136