QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Smantellato il “market della droga”, due arresti dei carabinieri a Pontevico

venerdì, 27 gennaio 2017

Pontevico – I militari della stazione carabinieri di Pontevico (Brescia) hanno arrestato in flagranza di reato di due soggetti residenti in Alfianello O. B., italiano di 40 anni, e la sua compagna I. P., 33 anni Ucraina.

I due venivano seguiti da diverso tempo a seguito di diverse segnalazioni, circa un continuo andirivieni di persone, all’interno dell’appartamento. I militari pertanto effettuavano diversi servizi per la verifica di quanto appreso e cioè delle presunta attività di spaccio di stupefacenti.

carabinieri-brescia-01Le indagini svolte dai militari hanno consentito di identificare gli inquilini dell’ abitazione attenzionata, scoprendo inoltre che nessuno dei due svolgeva alcuna attività lavorativa.

I Carabinieri hanno atteso che la coppia uscisse da casa per fermarli e procedere alla successiva perquisizione dell’ abitato: la perquisizione dava esito positivo in quanto veniva rinvenuta ingente quantità di stupefacente, per un totale di 62 grammi, cocaina ed hashish, materiale per il taglio, la pesatura e il confezionamento dello stesso nonché una somma di euro 340.00. I due occultavano, detenendolo illecitamente, anche un fucile calibro 6 mm, in particolare la cocaina era già suddivisa in 35 dosi pronte per la vendita ed il resto ancora sa suddividere e tagliare.

I due venivano successivamente accompagnati presso la locale Stazione dei Carabinieri, ove veniva data loro comunicazione dell’ arresto.

La coppia veniva trattenuta presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Verolanuova, poi il Giudice disponeva per l’ uomo il regime degli arresti domiciliari e per la donna l’ obbligo di presentazione alla P.G..

L’ ennesima operazione fruttuosa messa in atto dai Carabinieri della Stazione di Pontevico ha permesso in questa occasione di chiudere quello definito “Market della droga”.

Furto nella palestra all’interno della ex scuola “Lamarmora”, Carabinieri denunciano tre minori.

Ieri sera i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia hanno denunciato tre ragazzi responsabili di aver rubato gli effetti personali di alcuni clienti all’interno palestra situata in via Micheli.

I tre complici, una ragazza di origini albanesi e due coetanei bresciani, sono entrati in palestra fingendo interesse per le lezioni di aerobica al momento in atto e, approfittando di un momento di minore attenzione delle istruttrici, si sono introdotti all’interno degli spogliatoi femminili asportando una felpa e una borsa per poi darsi repentinamente alla fuga.

Poco dopo i tre malfattori sono stati rintracciati dai Carabinieri, allertati dal personale della palestra, e costretti a riconsegnare la refurtiva.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136