Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


“Sicurezza partecipata” a Trento sulla base di segnalazioni di cittadini: tre stranieri arrestati dai carabinieri

mercoledì, 28 febbraio 2018

Trento – Continua l’opera di controllo del territorio da parte del personale della Compagnia Carabinieri di Trento, attività svolta in base anche alle segnalazioni fatte dalla cittadinanza.

Infatti, dopo le indicazioni ricevute da alcuni residenti e commercianti del centro storico, il Comando della Compagnia Carabinieri di Trento ha disposto un mirato servizio, svolto tanto da personale in abiti civile che con l’ausilio di pattuglie con i colori d’istituto, che ha permesso di arrestare in flagranza di reato D.D., di anni 22, senza fissa dimora originario della zona sub sahariana. Questo veniva sorpreso all’interno del parco “San Marco” mentre stava cedendo della droga ad un diciassettenne extracomunitario residente in città. La perquisizione ha permesso di recuperare la droga nonché una somma di denaro proveniente dello spaccio che ha avvalorato gli elementi probatori.

Parallela alla lotta allo spaccio è l’attiva di prevenzione e repressione dei reati a carattere predatorio che hanno portato all’arresto di altre due persone. Nella tarda mattinata, la Centrale Operativa del Comando Provinciale di Trento, ha inviato un equipaggio presso un noto esercizio commerciale sito a Trento Nord in quanto era stato individuato l’autore di un furto. E’ stato tratto in arresto, in flagranza di reato, un cittadino romeno M.I., classe 1977 residente da tempo a Trento, responsabile del furto di una serie di articoli per un valore di circa 150 euro.

Nel medesimo esercizio commerciale, nel mentre si stavano ultimando una serie di accertamenti per tale attività, una nomade di quarantenne le cui iniziali sono R.I., residente nella Piana Rotaliana con numerosi precedenti specifici, in concorso con un’altra persona quest’ultima denunciata in stato di libertà, incurante della presenza dei militari si è appropriata indebitamente di articoli vari per un importo di circa 250 euro. Prontamente fermata, dopo le verifiche di rito, gli è stata contestata l’illecita condotta e tratta in arresto anche lei. Tutti gli arrestati compariranno nella mattinata odierna, davanti A.G. giudicante. Gli arresti di cui sopra hanno dimostrato come la collaborazione da parte dei cittadini con l’Arma dei Carabinieri, tramite segnalazioni e notizie, permettano di arrivare ad importanti risultati nella lotta contro la microcriminalità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136