QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sgominata banda che svaligiava bar e tabacchi nel Nord-Est: un arresto anche a Lavis

lunedì, 30 marzo 2015

Trento – I Carabinieri del Comando Provinciale di Treviso e del Comando Compagnia di Conegliano hanno eseguito un’Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Treviso, per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti di furto nei confronti di Alan Cassol classe 1996, Michele Garbin, 1992, Niccols Garbin, 1995, Denis Maronese, 1995, Giacomo Zolini, 1992, Nicholas Floriani, 1995 e Matteo Zilli, 1988.carabinieri

Sono state eseguite anche una serie di perquisizioni delegate, che hanno riguardato alcuni campi nomadi presenti sul territorio della provincia di Treviso, in esito alle quali è stato possibile rinvenire e sequestrare numeroso materiale provento delle attività delittuose.

I provvedimenti sono scaturiti da indagini avviate lo scorso mese di gennaio dal N.O.R. della Compagnia di Conegliano (TV) in direzione delle articolazioni operative delle cosiddette bande dei giostrai attive nella zona della provincia di Treviso.

Le attività investigative hanno documentato le più recenti dinamiche criminali del gruppo, fornendo un quadro complessivo unitario degli assetti organizzativi della banda e delle singole responsabilità emerse a carico di ognuno degli indagati.

Il sodalizio è risultato particolarmente interessato alla commissione di furti in danno di esercizi pubblici, attraverso la tecnica della spaccata.

I provvedimenti si inseriscono in una più ampia attività per il ripristino delle condizioni di legalità, condotta da questa Compagnia contro il fenomeno della criminalità predatoria, in particolare dei furti in danno di attività commerciali.

Gli arresti sono stati eseguiti alle prime ore della mattinata odierna in varie località della provincia di Treviso, ad eccezione della cattura di Matteo Zilli avvenuta a Lavis (TN) ove si trovava occasionalmente in ragione della propria attività di giostraio, grazie al supporto della compagnia carabinieri di Trento.

L’operazione costituisce un decisivo intervento nei confronti di uno fra i più attivi gruppi criminali dediti alla commissione seriale di furti nella provincia di Treviso.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136