QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sferrò due pugni all’arbitro, il giudice sportivo del Trentino punisce il portiere Olaru: 4 anni e 2 mesi di squalifica

venerdì, 4 aprile 2014

Trento – I giudici sportivi del Trentino hanno inflitto una pesante squalifica a Vasile Olaru, portiere del Cristo Re, formazione di Seconda Categoria, che domenica scorsa, nel corso del secondo tempo della sfida contro il Civezzano, aveva colpito al volto il direttore di gara con un pugno.Giudice sportivo

La squalifica è di 4 anni e 2 mesi, quindi Olaru non potrà scendere in campo fino al giugno 2018. Il giudice sportivo ha così motivato la decisione: “Olaru, a seguito della segnatura di una rete avversaria, raggiungeva il direttore di gara a metà campo, offendendolo pesantemente e colpendolo con un pugno alla parte sinistra del volto, provocandogli forte dolore, stordimento e perdita dell’equilibrio. Per questo motivo, lo stesso arbitro chiedeva l’intervento della forza pubblica e dei sanitari, che lo portavano al pronto soccorso”. Oltre al portiere la società è stata punita con 200 euro di multa e la vittoria a tavolino per il Civezzano.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136